ALBERTO ZORZI

Padova, 1958

Alberto Zorzi, artista orafo tra i maggiori esponenti della celebre Scuola di Padova, ritorna a Milano, città che già in passato gli ha dedicato mostre importanti in prestigiosi spazi espositivi. BABS Art Gallery oggi presenta una vasta selezione di sue opere-esemplari unici, fra cui alcuni storici e una ventina di recente produzione, nella personale “I gioielli di Alberto Zorzi. Geometrie nello spazio”.

BIO

Alberto Zorzi (Santa Giustina in Colle, Padova, 1958), diplomato in arte dei metalli e dell’oreficeria presso l’Istituto Statale d’Arte Pietro Selvatico, si è Laureato in storia dell’arte moderna e contemporanea all’Università degli Studi di Padova e all’Università Cà Foscari di Venezia. Laureato in dottore di ricerca in Storia delle arti,  all’Università Cà Foscari, Venezia, all’Università di Verona e all’Istituto Universitario di Architettura, IUAV , Venezia. In un ambiente culturale influenzato dall’arte cinetica (Gruppo N) come dagli insegnamenti del Bauhaus e della scuola di Max Bill -, intraprende un percorso di docenza, oltre che all’Istituto Selvatico stesso, all’Istituto Europeo di Design di Milano, all’Università di Firenze e Siena, all’Accademia di Belle Arti di Ravenna e Bologna. Parallelamente, svolge una fertile attività di artista orafo.
Fra le mostre più importanti a lui dedicate in spazi pubblici, nel 1999 “Alberto Zorzi”, Museo Archeologico, Milano (itinerante in Germania all’Anger Museum, Erfurt e al Deutsches Goldschmiedehaus, Hanau); nel 2009 “Gioielli, argenti, disegni, 1973-2009”, Museo degli Argenti di Palazzo Pitti, Firenze; nel 2010 “Unicum. Alberto Zorzi. Gioielli e Argenti 2000/2010”, Palazzo Fortuny, Venezia. Fra le esposizioni collettive, nel 2008 “Gioiello italiano contemporaneo: tecniche e materiali tra Arte e Design”, Sala Tesoro, Castello Sforzesco, Milano (itinerante al Kunstgewerbemuseum, Berlino, e alla Fondazione Accorsi, Torino), e nel 2017 la mostra: “Il gioiello italiano del XX secolo”, Museo Poldi Pezzoli, Milano. Numerose le esposizioni in gallerie private, in Italia e all’estero. Inoltre, molte le opere di Alberto Zorzi entrate a far parte delle collezioni di musei italiani e stranieri: Palazzo Pitti – Museo degli Argenti, Firenze; Museo di Palazzo Fortuny, Venezia; Museo Oro d’Autore, Arezzo; Museo Archeologico, Milano; MAR- Museo d’Arte Ravenna, Victoria and Albert Museum, Londra; Musée des Arts Décoratifs, Parigi;  Museum of Art & Design, New York; Kunst Gewerbemuseum, Berlino; Museum für Angewandte Kunst (MAK), Vienna; Museo Nacional de Artes Decorativas, Madrid; Museum of Fine Arts, Boston; County Museum of Arts, Los Angeles; Museum of Fine Arts, Montreal.